martedì 29 maggio 2007

L’algebra del Bene

Ho notato una curiosa differenza: quando si condivide un dolore con qualcuno, la sofferenza si divide così che il carico per chi è in difficoltà si alleggerisce (sembra logico: dividendo ognuno ha una parte più piccola dell’intero); invece quando si condivide una gioia, beh, questa non diminuisce in chi l’ha provata, ma anzi si moltiplica anche negli altri!
è L’algebra classica con il Bene non funziona!!!!!!!*

* riflessione partorita durante un’ora di meccanica quantistica… (non chiedetevi/mi il perché…).

COMMENTI:

Marco
Come direbbe caracciolo "ci fa senso"! Specialmente la meccanica quantistica....

Tix-Tix
Secondo il catechismo dei giovani, l'amore quando si divide si moltiplica... altra algebra non quantistica!

1 commento:

Tix-Tix ha detto...

Cara mia Arianna ti tocca scoprire a tuo malgrado con questo cambiamento di blog che a costruire ci vuole una vita e demolire un'istante... è una regola che vale sempre e sopratutto quando ci sono di mezzo le relazioni umane... produciamo amore e siamo certi di costruire!