martedì 14 agosto 2007

Male?

Dopo la tempesta il sole fa di nuovo capolino tra le nubi ancora grigie, un tempo cariche di tuoni, grandine e fulmini spaventosi e fragorosi. Avevi provato ogni strategia, eri stato attento ad ogni dettaglio, ma ti sei scontrato contro una muraglia troppo solida e compatta; la battaglia sembra lontana dalla tua portata, ma non ti puoi arrendere. Quando allora ti accorgi di non poter vincere con le tue sole forze, ecco che interviene qualcun altro; lo guardi agire con stupore, come se fosse uno sconosciuto, come se stessi vedendo tutto ciò per la prima volta. Uno sguardo attento e ti rendi conto che non è un estraneo… è lui che ha lenito le tue ferite fino ad ora, lui che ti rincuorava negli inutili affanni in cui ti stavi lanciando, lui ti rassicurava davanti al nemico… e ti accorgi di una presenza costante; ben poca cosa sono le nuvole, se si considera il sole dietro di loro… che sbuca ogni tanto inaspettatamente quasi a dire: “Coraggio, abbi fiducia, lo sai che sono sempre qui…”
E il rombo dei tuoni affievolisce; già si percepisce la pace e la serenità di una nuova giornata accarezzata dolcemente dai raggi del sole, cullata dal suo calore, rinfrancata da quella fresca brezza che ha spinto via la tempesta…

1 commento:

Saretta ha detto...

Dopo un bel diluvio universale e un periodo di foschia intensa, qualche settimana fa è riapparso il sole...
E mi chiedo come ho fatto prima a non accorgermene... che bastava fidarsi! ^_^