giovedì 1 maggio 2008

Partire

Partire è anzitutto uscire da sé. Rompere quella crosta di egoismo che tenta di imprigionarci nel nostro "io". Partire è smetterla di girare in tondo intorno a noi, come se fossimo al centro del mondo e della vita. Partire è non lasciarsi chiudere negli angusti problemi del piccolo mondo cui apparteniamo: qualunque sia l'importanza di questo nostro mondo l'umanità è più grande ed è essa che dobbiamo servire. Partire non è divorare chilometri, attraversare i mari, volare a velocità supersoniche. Partire è anzitutto aprirci agli altri, scoprirli, farci loro incontro. Aprirci alle idee, comprese quelle contrarie alle nostre, significa avere il fiato di un buon camminatore. E' possibile viaggiare da soli. Ma un buon camminatore sa che il grande viaggio è quello della vita ed esso esige dei compagni. Beato chi si sente eternamente in viaggio e in ogni prossimo vede un compagno desiderato. Un buon camminatore si preoccupa dei compagni scoraggiati e stanchi. Intuisce il momento in cui cominciano a disperare. Li prende dove li trova. Li ascolta, con intelligenza e delicatezza, soprattutto con amore, ridà coraggio e gusto per il cammino. Camminare è andare verso qualche cosa; è prevedere l'arrivo, lo sbarco. Ma c'è cammino e cammino: partire è mettersi in marcia e aiutare gli altri a cominciare la stessa marcia per costruire un mondo più giusto e umano.

(Helder Camara, Camminiamo la speranza)

1 commento:

Tix ha detto...

Data l'ora in cui questo post è stato scritto e l'impossibilità di leggerlo prima, è chiaro che solo ora posso apprezzare lo spirito con cui si affronta un viaggio... quello della vita... siamo sempre in partenza... se lo spirito rimane questo descritto nel post, si ritorna a casa sempre e comunque carichi di un nuovo bagaglio... scosso, pigiato e traboccante! Si confermano propositi, si saggiano i confini dei limiti, si trova la strada per superare gli ostacoli, si tempra la tenacia di resistere alla tentazione di scendere a compromessi, si scopre il coraggio di affrontare la vita con la consapevolezza di essere allo stesso tempo grandi e piccoli... di avere bisogno di una Mano Amica!
Si ritorna, e si è di nuovo pronti a ripartire per un nuovo viaggio! La strada può anche essere la stessa, ma è sempre differente perchè siamo noi ad essere ogni volta diversi su quello stesso cammino! Se non ci è dato di percorrerla come vorremmo... noi possiamo costruiamo nuovi sentieri per portarci a casa comunque il nostro zaino bello pieno! Intanto incomincio ad aprire il mio!