venerdì 15 giugno 2007

1 Per ogni cosa c'è il suo momento, il suo tempo per ogni faccenda sotto il cielo.

2 C’è un tempo per nascere e un tempo per morire,
un tempo per piantare e un tempo per sradicare le piante.
3 Un tempo per uccidere e un tempo per guarire,
un tempo per demolire e un tempo per costruire.
4 Un tempo per piangere e un tempo per ridere,
un tempo per gemere e un tempo per ballare.
5 Un tempo per gettare sassi e un tempo per raccoglierli,
un tempo per abbracciare e un tempo per astenersi dagli abbracci.
6 Un tempo per cercare e un tempo per perdere,
un tempo per serbare e un tempo per buttar via.
7 Un tempo per stracciare e un tempo per cucire,
un tempo per tacere e un tempo per parlare.
8 Un tempo per amare e un tempo per odiare,
un tempo per la guerra e un tempo per la pace (Qo 3,2-8).

Non ho potuto far a meno di notare che siamo tanti a fare revisioni in questo momento; quasi il tempo fosse favorevole; ognuno con i suoi esiti… e mi è venuto in mente questo passo che tante volte mi è stato ricordato: ogni volta che volevo che le cose andassero a modo mio, ogni volta che pretendevo di agire senza tener conto del "tempo", ogni volta che ero stupita da ciò che mi circondava:
quando era tempo che mi venisse ricordato…

1 commento:

Marco ha detto...

Ho sempre pensato potesse esserci un tempo per cambiare, ma la realtà è che non si cambia....

P.s. primo commento sul nuovo blog per lui...era ora dirai tu... ciao