martedì 3 luglio 2007

Ho visto cose… Che voi umani… non potete neanche immaginare!!!

Sono stata in un mondo dove la gente vive insieme, dove tutti si sentono a CASA; un posto in cui ciascuno può manifestarsi per quello che è, senza timore del giudizio degli altri, dove le stranezze di ognuno diventano simpatiche particolarità che lo rendono unico, speciale; ho visto i grandi servire i più piccoli e prendersene cura, con amore, per aiutarli a crescere. Ho visto un mondo dove si condividono le gioie, ma anche i dolori, dove si è capaci di farsi vicino all’altro e sussurrargli parole di conforto abbracciandolo forte per tirargli su il morale; ho visto gesti d’amore fatti in silenzio, ma non passati inosservati. È un posto dove si ragiona profondamente sui temi importanti della vita, si prega, con la naturalezza di chi ha familiarità con Dio: sembra sempre di essere Uno in più. È un mondo dove c’è sempre la possibilità di dimostrare la propria amicizia e le occasioni si colgono al volo. La gente si aggira per casa con lumache e insetti racchiusi nei pugni per osservare la loro bellezza; ci sono persone che ballano e cantano a squarciagola mentre fanno i lavori di casa; ridono spensierate tutto il giorno, la notte sono capaci di addormentarsi con le torce accese mentre si raccontano storie alle quali nessuno crede.
Non hanno paura di rendersi vulnerabili manifestando i loro sentimenti e dicono schiettamente quello che pensano.
In questo mondo la cosa più spaventosa è la mitologica figura di uno spietato falegname; frutto della fantasia; una paura dalla quale uscire ogni volta che ce ne fosse bisogno, solamente richiamando la razionalità, e nella quale ricadere per gioco la sera per ridere in compagnia, per farsi venire il batticuore, per chiedere agli animatori il permesso di dormire tutti nella stessa camera.
È un luogo non esente dagli sbagli, dai pianti, dalle offese, ma dove la gente è capace di chiedere scusa… e di perdonare subito, di ricominciare da capo, amici più di prima.

Ho visto la semplicità in persona, l’ho guardata nei suoi occhi profondi e ne ho assaporato la dolcezza; ho toccato con mano l’amicizia e mi ha riempita di gioia; ho provato la sincerità dell’amore gratuito e per un attimo ho intuito il progetto di Dio per l’uomo.

Grazie a tutti ragazzi!!!!

2 commenti:

Andrea ha detto...

"Giunsero intanto a Cafarnao. E quando fu in casa, chiese loro: “Di che cosa stavate discutendo lungo la via?”. Ed essi tacevano.
Per la via, infatti, avevano discusso tra loro chi fosse il più grande. Allora, sedutosi, chiamò i Dodici e disse loro: “Se uno vuole essere il primo, sia l’ultimo e il servo di tutti”. E, preso un bambino, lo pose in mezzo e abbracciandolo disse loro: “Chi accoglie uno di questi bambini nel mio nome, accoglie me; chi accoglie me, non accoglie me, ma colui che mi ha mandato” (Mc 9, 33-37)."


"In quel momento i discepoli si avvicinarono a Gesù dicendo: “Chi dunque è il più grande nel regno dei cieli?”. Allora Gesù chiamò a sé un bambino, lo pose in mezzo a loro e disse: “In verità vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli. Perciò chiunque diventerà piccolo come questo bambino, sarà il più grande nel regno dei cieli” (Mt 18, 1-4)."

fℓιρѕ! ha detto...

ciao! bello questo intervento!! nn sai ki sn? ma ki è ke ti kiama sempre cri se nn io e la dede? mi piace 1 kasino il titolo sembrava ke stavi x scrivere qlcs su 3msc invece hai scritto la nostra favolosa-supermegafantastica-unika-semplicemnte stupenda avventura!
finalmente l'avete ammesso il FALEGNAME è una fantasia..ma io ho paura lo stesso! certo ke qll sera t abbiamo fregato..tu 6 andata via x gli esami e noi?? a dormire x terra! è stato bello passare Rimella07 cn te..spero ke anke qst anno sarai cn noi! ricordati VIVERE è DANZARE!! ciao ciao! tvb! mitica e flippatissima FLIPS!